Fellini100, cinema e amore spiegati ai bambinifrancesca.boccaletto
Ven, 01/24/2020 – 10:00


Italian

Francesca Boccaletto

“Chissà che cosa stavano cercando quei due di nome Giulietta e Federico. Di loro, all’inizio del sogno, si sapeva soltanto questo: il giorno in cui si erano incontrati, si erano sussurrati a vicenda di conoscersi da prima di essere nati”. 

L’amore come un sogno, come un film, disseminato di citazioni e visioni acrobatiche e raccontato da due personaggi fantastici: sono Cico e Pallina a svelare la storia di Federico Fellini e Giulietta Masina, tra sogno e realtà. Da pochissimi giorni è in libreria Giulietta e Federico, picture book scritto da Federica Iacobelli, illustrato da Puck Koper ed edito da Camelozampa: un albo illustrato pensato per avvicinare bambini e ragazzi (ma non solo, perché anche gli adulti resteranno affascinati dalla sua delicata e, al tempo stesso, vivace bellezza) a due figure di riferimento del cinema italiano, in occasione dei cento anni dalla nascita del grande regista de La strada, Le notti di Cabiria, Amarcord, La dolce vita, 8½, Giulietta degli Spiriti, vincitore di cinque premi Oscar, genio capace di immaginare mondi straordinari e raccontarli magnificamente. 

La storia parte da fatti realmente accaduti per poi volare via: saltando da una scena all’altra, racconta di “un bambino che si arrampicava” – che “a Federico ricordava gli spifferi che entravano in casa di sua nonna e a Giulietta gli occhi rotondi di suo padre” -, di un bosco fitto, di una nave che affonda, di un gabbiano gentile e di un rinoceronte triste, della bottega delle facce buffe. Alcuni passaggi sono insegnamento e pura poesia, raccontano di incontri e separazioni, danze e attese: “Finché non sentì una musica: una melodia spaccacuore, cantata da una voce che conosceva. La seguì, rapito e commosso. E intanto il suo mondo di dentro trasformava quello di fuori”, e ancora: “A un certo punto la strada la sbagliarono, ma Federico ripeteva che il viaggio è l’imprevisto, che non è la via segnata e decisa”. 

CULTURA


[…] il giorno in cui si erano incontrati, si erano sussurrati a vicenda di conoscersi da prima di essere nati

Dal libro “Giulietta e Federico” (Camelozampa)

Fellini e Masina si incontrano per la prima volta nel 1943, negli studi radiofonici dell’emittente nazionale Eiar, quella che oggi conosciamo come Rai. Sono entrambi giovanissimi, Federico ha 23 anni e non è ancora diventato un grande regista, lavora come disegnatore e sceneggiatore e, per l’Eiar, è autore di una serie di piccoli radiodrammi che hanno come protagonisti due innamorati, Cico e Pallina. Giulia, poi soprannominata Giulietta dallo stesso Fellini, di anni ne ha 22 ed è la doppiatrice del personaggio femminile. Le avventure di Cico e Pallina si trasformano, dunque, in quelle di Federico e Giulietta. Tra i due sboccia l’amore e si instaura un legame profondo, reso ancora più forte, negli anni, da un mestiere condiviso, il cinema: lui regista, lei attrice.

“Una donna di nome Giulietta e un uomo di nome Federico sono esistiti davvero. Hanno vissuto nel secolo scorso, il Novecento, il secolo del cinema. E sono stati insieme, moglie e marito, per cinquant’anni: per tutta la loro vita da grandi”. L’autrice chiude il suo viaggio offrendo alcune informazioni utili ai piccoli lettori, una sorta di agile mappa per orientarsi nell’universo felliniano. “A chi provi a immaginarla, un’esistenza fatta insieme di lavoro e di amore, com’è stata quella di Federico e Giulietta, mostra che la realtà fuori di noi e quella dentro di noi sono irrimediabilmente legate. Rivela che per sempre vuol dire saper restare vicini anche quando nel corpo si è lontani. Perché per sempre è una realtà del cuore, ma nel loro caso arrivò a influenzare anche la realtà esterna: dopo la morte di Federico, Giulietta aspettò appena cinque mesi e poi lo raggiunse morendo anche lei“.


Ballerò per guidarti, gli rispose appena riprese fiato, per non farti sbagliare la strada

Dal libro “Giulietta e Federico” (Camelozampa)


“Non piangere, Giulietta” le sussurrò Federico

Dal libro “Giulietta e Federico” (Camelozampa)

Nel centenario della nascita, un picture book racconta ai più piccoli la storia di un amore, quello tra il grande regista e Giulietta Masina. Qui la finzione narrativa prende spunto dalla storia vera del primo incontro, avvenuto negli studi radiofonici dell’EIAR
Puck Koper

Un’illustrazione di Puck Koper dal libro “Giulietta e Federico” (Camelozampa)
hp
1

Comments

comments