Nucleare: The Next Generationstefano.zampieri
Mer, 11/11/2020 – 17:15
Redazione

SCIENZA E RICERCA

Nuove tecnologie per la fissione nucleare
evento online



45.4070302, 11.877128

Sito web

Nell’ambito delle Iniziative culturali degli studenti dell’Università di Padova, si tiene mercoledì 18 novembre 2020, l’evento online: Nucleare: The Next Generation.

L’energia nucleare è un cliente scomodo. È quell’enorme “elefante nella stanza” che politici ed esperti esitano a citare nel dibattito pubblico sulla lotta al cambiamento climatico, come fosse una sorta di innominabile convitato di pietra di cui nessuno vorrebbe parlare. Eppure, secondo ogni studio e previsione, questa fonte così impopolare sarà uno dei punti cardine dei processi di decarbonizzazione nei prossimi decenni.
Per quanto temuta ed osteggiata, infatti, la fissione nucleare si rivela essere tutt’oggi la colonna portante dei settori energetici in diverse aree del mondo (Europa e Nord America in particolare), tanto da arrivare a coprire, senza emettere nemmeno un grammo di CO 2 , il 10% dei consumi elettrici a livello globale (più di fotovoltaico ed eolico messi assieme). E nonostante l’invecchiamento degli impianti esistenti e le politiche di phase-out intraprese da alcuni paesi, secondo le proiezioni questa quota è destinata a crescere, grazie soprattutto al consueto traino della locomotiva cinese, votata a raggiungere la neutralità carbonica entro il
2060.
Ma questi scenari così ambiziosi pongono una serie di questioni sulla sicurezza e la fattibilità tecnico-economica delle future installazioni. Per questo motivo, da diversi anni il mondo della ricerca è impegnato a sviluppare una nuova generazione di tecnologie nucleari, progettate secondo criteri di sostenibilità completamente nuovi e probabilmente destinate a ridefinire in breve tempo il panorama energetico mondiale: impianti nucleari avanzati, micro-reattori modulari (SMR), centrali galleggianti, combustibile innovativo e sistemi di sicurezza passivi.

Quali sono dunque le reali prospettive per il nucleare nel prossimo futuro? E quali saranno i driver e le tecnologie predominanti nel prossimo decennio?
Ne parliamo con Marco Ricotti, ingegnere nucleare e ordinario di Impianti Nucleari al Dipartimento di Energia del Politecnico di Milano. La presentazione dura circa 40 minuti, al termine dei quali viene lasciato ampio spazio alle domande e alla discussione.
Per chi lo volesse, inoltre, è inoltre prevista la possibilità di fermarsi una decina di minuti dopo le 18 per parlare con i membri della nostra associazione, felici di incontrare chiunque fosse interessato ad avvicinarsi al mondo di LEDS.

Online su piattaforma Zoom
ID: 896 2992 3484
Password: nuke_leds

ciminiere

On

Comments

comments